Il fondo oculare: una finestra aperta

Alcuni motivi per effettuare una visita oculistica
20 gennaio 2016
Il diabete e i problemi di vista
21 gennaio 2016
Mostra tutto

Il fondo oculare: una finestra aperta

Attraverso la pupilla, con appositi strumenti detti oftalmoscopi, è possibile esaminare il fondo dell’occhio (fundus oculi).
E’ come disporre di una finestra aperta su arterie, vene e su uno dei nervi cranici, il nervo ottico. L’esplorazione in piena luce con possibilità di ingrandimento e misurazione dei vasi sanguigni e di strutture nervose, fornisce preziose informazioni sullo stato di salute generale.
L’esame del fundus oculi viene effettuato con strumenti più o meno semplici che utilizzano solamente la luce e un sistema di lenti per metterla a fuoco. Poiché la pupilla con la luce tende a stringersi, il medico oculista talvolta ricorre a instillazione di gocce che dilatano la pupilla (colliri midriatici). Di regola durante un esame oftalmoscopico non si utilizzano né coloranti né mezzi di contrasto, tanto meno radiazioni che non siano quelle luminose. E’ quindi un esame prezioso e del tutto innocuo che può servire a diagnosticare o a evitare importanti malattie tra cui abbiamo scelto le tre più comuni.